Lavori Aprile

ESPOSIZIONE
Aprile è il mese del "grande risveglio": la natura esce dal tunnel dell'inverno, iniziando  a regalarci improvvise fioriture dai delicati profumi, mentre il verde delle nuove foglie torna a ricoprire i rami degli alberi, rimasti nudi dal mese di novembre. Anche nelle regioni del nord-Italia, è arrivata la primavera. Ricordiamoci di collocare i bonsai all’aperto poiché in pieno sole, lo spazio tra una foglia e l’altra (internodo) sarà più corto e le foglie stesse più piccole; fattori che conferiscono al bonsai un aspetto più armonioso e proporzionato.


ANNAFFIATURA
In aprile vale sempre la regola di aspettare che il terreno sia asciutto ma, poiché le piante iniziano a vegetare, detto periodo si accorcerà sempre di più, fino ad arrivare al momento di annaffiare tutti i giorni. I Pini, i Ginepri e le conifere in genere vanno annaffiati di meno, che non vuol dire dare meno acqua bensì, dopo che il terreno si é asciugato conviene aspettare ancora un giorno o due prima di irrigare abbondantemente. Sempre per le Conifere, sono molto salutari le nebulizzazioni quotidiane, effettuate con un nebulizzatore, sulla chioma.


POTATURA 
In questo periodo gran parte dei nostri bonsai sono in piena vegetazione, quindi, conviene limitare l’operazione a piccoli interventi di cimatura e di eliminazione dei rametti più piccoli; questa operazione si effettua utilizzando la forbice lunga

I bonsai a fioritura precoce come Prunus, Melo, ecc. fanno eccezione alla regola e vanno potati dopo la fioritura, eliminando i rami superflui e diradando i fiori in modo da non disperdere l’energia della pianta, permettendole di fruttificare. Dopo la potatura si può procedere immediatamente al rinvaso. 

 

 

 

RINVASO
In aprile si rinvasano le piante da interno (Ficus, Serissa, Carmona, ecc.). Anche le Conifere e le Sempreverdi in genere si possono ancora rinvasare, a patto che non abbiano vegetato. A queste piante va lasciato integro, almeno in parte, il pane di terra attorno alle radici, altrimenti si rischia di compromettere la ripresa vegetativa e il bonsai potrebbe seccare. Naturalmente, il discorso vale anche per le piante a fioritura precoce e da frutto, che possiamo rinvasare, come già detto nel mese precedente, lasciando integro gran parte del pane di terra. 
Dopo il rinvaso è consigliabile trattare le piante con un prodotto stimolante che aiuti la ripresa vegetativa collocando il bonsai all’ombra e riparato dal vento.

.

CONCIMAZIONE
In questo mese vanno assolutamente concimati tutti i bonsai: aprile è il mese di maggior sviluppo per tutte le piante, perciò non dobbiamo scordarci di alimentarle adeguatamente  per favorire una crescita forte ed equilibrata. Possiamo usare i concimi liquidi, che vanno somministrati ogni 7-10 giorni, o i concimi solidi a lenta cessione, che vanno somministrati ogni 50-60 giorni. Ricordarsi di non concimare i bonsai da fiore durante la fioritura. Inoltre, le piante giovani e quelle a foglia caduca, necessitano di più concime rispetto a quelle vecchie o sempreverdi.

APPLICAZIONE FILO 
Il filo in alluminio ramato (o il filo in rame) può essere applicato praticamente a tutte la piante; naturalmente, visto che in questo periodo le piante crescono molto velocemente, dobbiamo ricordarci di controllare almeno ogni 10-15 giorni che i rami non rimangano segnati.

TRATTAMENTI ANTIPARASSITARI 
La primavera è il periodo nel quale, oltre alle gemme dei bonsai, si schiudono tutte le uova dei parassiti, che sono state “in dormienza” durante l’inverno. Per evitare infestazioni che una volta in atto diventano difficili da debellare, è consigliabile effettuare dei trattamenti preventivi, ogni 10-15 giorni, con un insetticida ad ampio spettro ed un anticrittogamico, sempre ad ampio spettro.